La salute migliore

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Per i dolori alle spalle

Il nostro Qigong > Il Daoyin di Zhang Guangde > Trattamenti Daoyin Yangsheng Gong

DAOYIN PER DOLORI ALLE SPALLE

Anche i "disturbi alle spalle" possono essere molto differenti nei sintomi e nelle cause: per la medicina cinese le spalle sono attraversate dai meridiani yang quali il Shou Yang Ming (Grosso Intestino), Shou Tai Yang (Piccolo Intestino), Zu Tai Yang (Vescica), Shou Shao Yang (Triplice Riscaldatore), Zu Shao Yang (Vescica Biliare) e vengono influenzate dai meridiani yin attraverso i canali distinti (Jing Bie).
Negli esercizi di
daoyin yangsheng gong che descriveremo ci riferiamo soprattutto ai dolori che nella medicina cinese vengano classificati come Sindromi bi (Sindrome Ostruzione Dolorosa).
Il dolore alla spalla con la difficoltà o incapacità di sollevarla o muoverla è un disturbo molto frequente e la principale causa è la ritenzione cronica di Freddo nelle articolazioni. Il Freddo contrae e causa rigidità, provoca stasi ed ostruzioni e quindi anche infiammazione. Se la stasi di
Qi nei meridiani della spalla si prolunga nel tempo il dolore aumenta. I meridiani della Vescica Biliare e del Piccolo Intestino attraversano importanti articolazioni della spalla e quindi una loro ostruzione provoca dolore.
Se il dolore alla spalla proviene soprattutto dal Freddo ed Umidità migliora con l'esposizione al caldo, se invece abbiamo prevalentemente una stasi di Qi e di Sangue il dolore migliora con un esercizio moderato e peggiora col riposo. E' probabile che nelle persone anziane le difficoltà di movimento delle spalle siano dovute a stasi di Sangue (in un quadro di debolezza delle energie di Xue con Qi) localizzata, in genere rigidità e dolore peggiorano di notte.

Negli esercizi di
Daoyin Yangsheng Gong del prof. Zhang Guangde per il dolore alle spalle si tratta di ostruzioni, stasi con leggere infiammazioni, vanno eseguiti con moderazione e coinvolgono i meridiani yang che abbiamo sopra citati.
Vediamo ora i quattro esercizi con disegni che si riferiscono alla loro esecuzione da seduti, ma si possono eseguire anche in piedi.

Il primo movimento inizia con l'apertura delle gambe all'altezza delle spalle, centrare la colonna vertebrale, mani poco sopra le ginocchia se si assume la posizione seduta.
Portare le mani lungo i fianchi, alzare le spalle e le punte dei piedi in fase di inspirazione, abbassare spalle e piedi in fase di espirazione. Se l'innalzamento avviene lentamente seguendo il respiro, le spalle vanno abbassate di colpo e poi procedere alla espirazione. L'esercizio va eseguito almeno 8 volte e stimola riattivandolo il punto
jianyu (LI-15 angolo della spalla).

Il secondo movimento (le figure qui sopra e qui sotto) lavora ed agisce su seguenti punti e meridiani:
jianjing (GB-21 pozzo della spalla), libera il Qi, interviene sul Calore e sul Vento;
dazhui (GV-14 grande vertebra), punto di incontro di tutti i meridiani yang (tranne la Vescica);
jianjiao (TE-14 osso della spalla), per il Vento ed il Freddo, dolori.

Sempre partendo dalla posizione base del daoyin (gambe divaricate), si portano le dita di una mano sul gomito dell'altro braccio che si è nel frattempo alzato; si spinge il braccio dieto sulla spalla e si colpisce la zona del punto
dazhui (GV-14), quindi si ritorna massaggiando lungo i meridiani yang del braccio. Si ripete anche sull'altra spalla. Si procede allo stesso modo colpendo prima il punro jianjing (GB-21) e poi il punto jianjiao (TE-14).

Il terzo movimento inizia sempre dalla posizione base, con una mano si afferra un ginocchio e si spingono in alto il tallone e la spalla che va indietro, mentre l'altra mano, sempre tenendo il ginocchio, spinge però la spalla in avanti (figure di sotto). Si stringono bene le ginocchia mentre le spalle oscillano davanti ed indietro. L'esercizio va fatto per almeno 8 volte.

Si attiva e si stimola, oltre che i meridiani della spalla, anche il punto
yongquan (KI-1 fontana zampillante).

Il quarto ed ultimo movimento del daoyin yangsheng gong per i dolori alla spalla inizia con i gomiti uniti ed i pugni sotto il mento come nella figura sottostante, contemporaneamente si sollevano le punte dei piedi.
Quindi lentamente si aprono le braccia e si spingono con forza all'indietro stimolando le spalle.
Eseguire per almeno otto volte ripartendo sempre dalla prima posizione, ossia con i pugni sotto il mento.
L'esercizio lavora e stimola in particolare il punto
jianyu (LI-15 angolo della spalla).


Menu di sezione:

Aggiornato il 08 apr 2014

Torna ai contenuti | Torna al menu