Camomilla - SaluteMigliore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Camomilla

RIMEDI NATURALI > Le piante medicinali
LA CAMOMILLA

La camomilla è una pianta aromatica ramificata che raggiunge l'altezza di circa 60 cm., le foglie oblunghe ed i fiori con una corolla gialla e le ligule bianche, cresce spontaneamente nei prati, fiorisce in tarda primavera e nel corso dell'estate.

E' la pianta medicinale più conosciuta e studiata anche dalla scienza ufficiale. Essa è in grado di intervenire in tutti i processi infiammatori.

La tisana.
Far bollire dell'acqua, spegnere ed aggiungere un cucchiaino abbondante di fiori di camomilla per ogni quarto di acqua, filtrare dopo 5 minuti. Si beve a sorsi distanziati, lontano dai pasti.

E' utile per le infiammazioni sia del corpo che della mente: stati di agitazione, insonnia, tensioni psichiche, affaticamento, ma anche per le ulcere, colite, enterite, gastrite, epatopatie, colecistite, cistite.

E' possibile impacchi locali con stoffa od ovatta per guarire lesioni cutanee, ascessi  foruncoli, ulcere, eczemi, emorroidi. Gli sciacqui ed i gargarismi è un buon soccorso contro mal di denti, infiammazioni al cavo orale, tonsillite.

Per la Medicina Cinese estingue il Calore ed il Fuoco negli zang-fu. Il Calore ed il Fuoco portano al consumo dei liquidi, alla formazione di condensazioni ed alla produzione di tan, prosciugano lo Xue e conducono a lesioni con processi flogistici intensi: si tratta in tutti questi casi di Calore endogeno che può essere da Pieno o da Vuoto. Il Calore-Pieno origina da compressione del Qi e dello Xue o da dieta errata, il Calore-Vuoto da una carenza di Yin per esempio dovuto a stress eccessivi ed al consumo dei liquidi. Il Calore ed il Fuoco col tempo colpiscono prima i meridiani e poi gli zang-fu. La Medicna Cinese parla anche di un Calore da patogeno esterno, spesso associato al Vento, quindi più "superficiale" che porta al consumo dei liquidi e a disturbi del sistema respiratorio.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu