Shu antichi della mano e polso - SaluteMigliore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Shu antichi della mano e polso

LA TERAPIA DEI MERIDIANI > La terapia dei 5 elementi
PUNTI SHU ANTICHI DELLA MANO E DEL POLSO

L'utilizzo dei punti Shu antichi è stato tra i più disparati nel corso dei millenni, anche i Classici ne hanno spesso dato una interpretazione differente.
L'interpretazione del Nanjing è tra le più seguite anche attualmente.
PUNTI JING POZZO
Da utilizzare per la zona epigastrica soggetta a pieno e gonfiori. In particolare pienezza di Cuore che porta ad ansia, irritabilità, insonnia.
PUNTI YING FONTE
Utilizzati per purificare il Calore, per es. febbre.
PUNTI SHU RUSCELLO
Pesantezza e dolori articolari, per Umidità e Sindromi Bi (dolorose).
PUNTI JING FIUME
Difficoltà di respirazione, tosse, affanno, sensazioni di calore o freddo; puliscono i Polmoni e sciolgono i catarri.
PUNTI HE MARE
Qi ribelle, nausea, diarrea, vomito.

Ora cercheremo di esaminare l'utilizzo di tutti i punti shu antichi non ancora trattati con l'avvertenza che una loro diversa combinazione ha effetti differenti nel trattamento tuina-qigong.
Iniziamo da quelli della mano e polso, sia yang che yin.

L'ultimo punto del meridiano del Polmone, shaoshang (LU-11, giovane suono), si trova all'angolo unguale del pollice sul lato radiale), è molto efficace per il mal di gola (ed il Calore in eccesso di Polmone). Ora essendo lo shaoshang un  punto jing-Pozzo della fase Legno, si può usare anche per disperdere il Fegato in eccesso ed aiutare il Polmone in deficit.
Anche
yuji (LU-10 bordo del pesce), sul bordo dell'eminenza tenar, lato interno del primo metacarpo), come punto ying-Fonte  ha una funzione disperdente utile per le infezioni delle vie respiratorie, quindi da usare per mal di gola e tonsillite, ma essendo punto Fuoco è più adatto nei casi di eccesso di Cuore.
Alcuni utilizzano a questo proposito anche il primo punto del meridiano del Grosso Intestino,
shangyang (LI-1, grande yang), nell'angolo unguale interno dell'indice, sul lato radiale), jing-Pozzo della fase Metallo, in quanto anch'esso purifica il Calore nella gola e nella faringe.
Erjian (LI-2 secondo punto) si trova sul bordo radiale dell'indice tra le falangi prossimale e media, corrisponde al movimento Acqua come punto ying-Fonte. E' utile per rafforzare l'azione di disperdere il Calore
Il punto taiyuan (LU-9, grande sorgente) lo abbiamo più volte incontrato ( vedi) nel sito, come punto shu-Ruscello si colloca sulla piega traversa del polso nel solco dell'arteria radiale. Viene utilizzato per tonificare il Vuoto nel meridianio taiyin della mano (Polmone), ma anche per il taiyin del piede (Milza): è efficace per raffreddore e tosse. Rappresenta la fase Terra e quindi si può combinarlo col punto
shangqiu (SP-5 collina dello shang), che si trova sotto il malleolo mediale del piede al centro della depressione) che rappresenta la fase Metallo del meridiano taiyin del piede (Milza), per il broncospasmo ed il Vuoto di Polmone dettato da debolezza di Milza (la Madre del Polmone).
Il punto
zhongchong (PC-9 assalto centrale), si trova al centro del polpastrello del dito medio), corrisponde alla fase Legno ed è utilizzato per sedare il Fuoco e gli eccessi che colpiscono principalmente il Cuore, quali turbe, ansia, agitazione ed insonnia. In presenza di Vento-Calore, faringite e flogosi auricolare con febbre è indicato combinarlo al punto guanchong (TE-1 assalto della barriera), si trova all'angolo ungueale dell'anulare lato ulnare) che corrisponde all'elemento Metallo. Guanchong è un punto utile per mobilizzare il Qi e lo Xue, per smuovere i ristagni, ma anche come punto di rianimazione per la quale viene moxato.
I punti jing-Pozzo (Legno) possono provocare molti effetti, sono i luoghi da cui emerge e zampilla il Qi, come abbiamo detto "controllano la pienezza dell'epigastrio", ossia significa che sono più adatti qualora l'area epigastrica risulti dura alla pressione e tesa. Honna Shohaku scrive al proposito: " Il punto da cui l'acqua emerge per prima, come da una fonte sotterranea, si chiama pozzo. Il punto in cui l'acqua comincia a sgorgare dal pozzo si chiama ruscello. Più lontano, questo flusso inizia ad andare di qua e di là, e ciò si chiama fiume. Il punto in cui alcuni di questi piccoli fiumi convergono e formano un grande fiume, o si uniscono a un grande corso d'acqua, si chiama mare."
Anche il punto
shaochong (HT-9 piccolo assalto), si trova sul lato radiale dell'unghia del mignolo) corrisponde alla fase Legno come punto jing-Pozzo. Gli ultimo tre punti che abbiamo esaminato, possono essere definiti "punti assalto" (chong), essi sono indicati per gli interventi immediati, per l'emergenza ma anche per iniziare lo "sfondamento" degli eccessi. Shaochong è efficace per sedare il Cuore in eccesso, nei casi di oppressione toracica, vertigini e svenimenti.

Il punto laogong (PC-8 palazzo del governo) si trova al centro del palmo, corrisponde al movimento Fuoco come punto ying-Fonte. Viene utilizzato per lo Shen, in particolare per le palpitazioni o nei casi di eccesso di Cuore o di Fegato. Quando l'eccesso di Fuoco di Fegato provoca una compressione del Qi, si può impiegare combinandolo col punto xingjian (LR-2 cammino nel mezzo) che si trova sul dorso del piede tra il primo ed il secondo dito. Xingjian  è anch'esso punto ying-Fonte corrispondente all'elemento Fuoco ed esercita una funzione di intensa purificazione.
Occorre sempre ricordare che nei trattamenti le combinazioni dei punti non sono come delle ricette statiche o formule adatte a quella determinata patologie, ma cambiano sempre in relazione al singolo quadro energetici dentro il quale dobbiamo operare. Infatti se l'eccesso fosse prevalentemente di Cuore sarebbe meglio abbinare al punto laogong il punto
shaofu (HT-8 piccola dimora) localizzato in corrispondenza della zona raggiunta dal dito mignolo a pugno chiuso. Esso corrisponde alla fase Fuoco come punto ying-Fonte e purifica eccessi di Cuore e di Piccolo Intestino (che vedremo nel punto successivo).
Shaoze (SI-1 piccola palude) si colloca sul lato ulnare del mignolo all'angolo unguale, rappresenta la fase Metallo come punto jing-Pozzo. In genere si usa per eccessi al Piccolo Intestino, ma come punto Metallo è efficace anche nei casi di faringiti, tonsilliti, cefalee e cervicali causate da patogeni esterni. Si consideri che i punti shu-antichi svolgono anche un ruolo di liberare dalle ostruzioni nelle articolazioni, nei tendini e nei muscoli attraversati dal canale a cui si riferiscono: nel nostro caso per esempio dolori alla spalla, torcicollo, al polso ed epitrocleite.
Il punto
daling (PC-7 grande collina) si trova sulla piega di flessione del polso tra i tendini dei muscoli palmari, corrisponde all'elemento Terra come punto Shu-torrente. In genere si utilizza per eccesso di Fuoco di Cuore o di Fegato, ma come punto Terra è utile anche nei casi in cui occorre aiutare la Milza e muovere il Qi. E' efficace anche quando occorre intervenire per calmare lo Shen.
Anche il punto
shenmen (HT-7 porta dello Shen) corrisponde alla fase Terra come punto Shu-torrente. Si trova nel solco dell'arteria ulnare sulla piega di flessione del polso. E' efficace nelle sindromi che coinvolgono il Cuore, in particolare per deficit di Qi e Xue, per tonificare, ma è utile anche quando è abbinato ad un intervento di sostegno della Milza.
Vediamo ora altri punti jing-Fiume che corrispondono all'elemento Fuoco:
yangxi (LI-5 corrente dello yang), zhigou (TE-6 fossa degli arti), yanggu (SI-5 valle dello yang).
Il punto yangxi, che si trova sulla piega del polso tra i tendini estensori lungo e breve del pollice, purifica dal Calore il livello orofaringeo e oculare, seda lo shen e quindi interviene nell'ansia ed agitazione. Il punto zhigou, che si colloca a 3 cun dalla piega del polso tra radio ed ulna, interviene soprattutto nelle stasi di Qi e Xue di Fegato con Vento-Calore, per esempio come nei postumi da herpes zoster. Il punto yanggu, sul lato ulnare del polso tra lo stiloide e l'osso uncinato, purifica il Fuoco nel Piccolo Intestino ed intervieni nelle ostruzioni lungo il meridiano.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu