Tui fa - SaluteMigliore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tui fa

TUINA > I METODI TUINA
TUI FA (SPINTA, FRIZIONE LINEARE)

tui fa, frizione lineare e spinta.
TUI e’ il termine cinese che designa la tecnica di massaggio a spinta, consiste in una frizione di percorso lineare.

Premete con una forza moderata quando spingete lo “strumento” prescelto sulla pelle. Riportate delicatamente la mano al punto di partenza e ripetete quindi il massaggio.

Il tui fa segue il percorso dei meridiani per dare impulso alla circolazione del Sangue e del Qi.

Potete effettuare il tui fa su qualsiasi parte del corpo se scegliete lo strumento appropriato:
il pugno o il gomito sui muscoli; il pollice o l'estremità inferiore della mano sulle zone più sensibili, come il viso.

La pressione e la velocità del massaggio dovranno variare a seconda dello stato di salute della persona trattata e dello stato in cui si trova la parte dolorante. Prestate particolare attenzione quando operate su zone gonfie.

Il tui fa rilassa e distende i muscoli ed i tendini, elimina le stasi e le ostruzioni, allevia il dolore e gli spasmi, favorisce la circolazione, libera i rivitalizza i meridiani, rende la pelle più elastica ed e’ efficace contro l’affaticamento.

La tecnica consiste nell'eseguire una pressione con scivolamento in senso trasversale o longitudinale: dal basso verso l'alto o viceversa, da sinistra a destra o da destra a sinistra, centro e periferia e così via, il tutto in relazione all'effetto che si vuole ottenere.


 Tecniche:

-       con il polpastrello del pollice (fig. 1.1) [ZHI TUI FA]
-       con il margine radiale del pollice (seconda falange) (fig. 1.2) [ZHI TUI FA]
-       con I'eminenza tenar (fig. 1.3)
-       con la base del palmo (eminenze tenar ed ipotenar) (fig. 1.4)
-       con il lato ulnare della mano (fig. 1.5)
-      con tutto il palmo, con una sola mano o appoggiando una mano sull'altra (fig. 1.6-7)
-       con la faccia palmare di pollice ed indice e I'eminenza tenar (fig. 1.8)
-       con la superficie dorsale delle articolazioni interfalangee prossimali delle ultime
        quattro dita (fig. 1.9)
-       con la superficie dorsale delle seconde falangi delle ultime quattro dita (fig. 1.10)
-       con il gomito (fig. 1.11)
-       sulla schiena con due mani [FEN TUI FA] (fig. 1.12)
-       con due mani parallele [BAO TUI FA]

Ogni tecnica (fa) può collegarsi all'azione terapeutica che si vuole ottenere, anche se il tuina, non bisogna mai dimenticarlo, deve adattarsi alla salute del praticante.
Per esempio vediamo in sintesi l'azione terapeutica dei tre metodi principali di tui fa.

- Tui fa con il pollice.
Scioglie stasi e ristagni ed allevia il dolore lungo i canali e nei punti. Svolge una azione di apertura e liberazione, favorisce il flusso del Qi. E' utile nelle fasi acute, apre i pori per favorire la fuoriuscita del Freddo, la manipolazione in tali casi è vigorosa.

- Tui fa con la base del palmo della mano.
Si applica a zone ampie del corpo, schiena, torace e gambe. Libera il torace e lo apre al flusso del Qi, lenisce il dolore e la tosse. Sul dorso ed i lombi espelle il Freddo ed i patogeni con una azione più vigorosa, ma anche scioglie le stasi ed i blocchi arrestando il dolore come nei casi delle lombalgie.
- Tui fa con i polpastrelli delle dita.
Il movimento e più morbido, per esempio segue il costato, intorno alla scapola ed alla clavicola, si applica anche con un movimento "a pettine" in tutte le direzioni dell'addome. Libera i meridiani e promuove il flusso del Qi, è utile nei dolori intercostali negli stadi di ansia e nei disturbi dello shen.

Il TUIFA si effettua lungo i meridiani con l'intento di dare movimento al Qi ed al Sangue, esso non consiste in un semplice sfregamento della cute, ma in una spinta profonda che raggiunge gli strati muscolari, è ovvio che l'intensità dipende dal soggetto e dalla patologia. Libera e rivitalizza i meridiani, ma rimuove anche ostruzioni e stasi.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu