Il ristagno di cibo - SaluteMigliore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il ristagno di cibo

I TRATTAMENTI ENERGETICI > I TRATTAMENTI
IL RISTAGNO DI CIBO

Il ristagno di cibo si riferisce generalmente all'accumulo ed alla stagnazione del cibo nel sanjiao medio (sistema digerente) che si accompagna con distensione focale epigastrica ed addominale, eruttazioni, dolori addominali, talora diarrea. In tal caso si tratta di episodi acuti dovuti ad episodi di eccessi alimentari.
Il ristagno di cibo cronico si riferisce altresì alle cattive abitudini e di mangiare troppo.
In tutti i casi si può ricorrere alla dispersione (riduzione) o alla purgazione: nel primo caso si tratta di un intervento leggero per forme blande che riduce gli accumuli addominali, nel secondo caso l'azione è più drastica e viene utilizzata nei casi di blocco degli intestini o in forme acute di accumulo di feci. Noi vedremo solo alcuni esempi di riduzione (dispersione) che comunque comporteranno nei casi in cui la Milza è debole anche interventi correttivi per sostenere il Qi.

Il ristagno di cibo si riferisce generalmente all'accumulo ed alla stagnazione del cibo nel sanjiao medio (sistema digerente) che si accompagna con distensione focale epigastrica ed addominale, eruttazioni, dolori addominali, talora diarrea. In tal caso si tratta di episodi acuti dovuti ad episodi di eccessi alimentari.
Il ristagno di cibo cronico si riferisce altresì alle cattive abitudini e di mangiare troppo.
In tutti i casi si può ricorrere alla dispersione (riduzione) o alla purgazione: nel primo caso si tratta di un intervento leggero per forme blande che riduce gli accumuli addominali, nel secondo caso l'azione è più drastica e viene utilizzata nei casi di blocco degli intestini o in forme acute di accumulo di feci. Noi vedremo solo alcuni esempi di riduzione (dispersione) che comunque comporteranno nei casi in cui la Milza è debole anche interventi correttivi per sostenere il Qi.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu