Espellere Umidità - SaluteMigliore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Espellere Umidità

I TRATTAMENTI ENERGETICI > I TRATTAMENTI
ESPELLERE L'UMIDITA'

L'Umidità è un patogeno esterno di natura prevalentemente yin, è pesante e lento per cui anche le sue patologie sono normalmente croniche e si evolvono con gradualità. L'Umidità interna è associata ad abitudini alimentari errate, quali per esempio l'uso eccessivo di alcool, oppure ad una tendenza emotiva troppo riflessiva, ma l'umidità è correlata anche agli stili di vita che danneggiano le energie della Milza.
L'Umidità esterna è già stata trattata nel  sito e si presenta con una sensazione di pienezza alla testa ed al corpo, rigidità e dolori articolari e muscolari.
Spesso sono le alterazioni nella fisiologia degli Organi collegati al metabolismo dell'acqua a determinare il sorgere di patologie da Umidità: gli zang più colpiti sono il Rene e la Milza, ma anche la Vescica ed il Polmone. L'effetto immediato dell'Umidità è quello di alterare e bloccare la circolazione del Qi, quindi il trattamento tuina-qigong tenderà a regolare il flusso del Qi.
Intervenire sull'Umidità è uno dei compiti più difficili per i trattamenti tuina-qigong e per la Medicina Cinese; non solo perchè l'Umidità si associa sempre ad altri patogeni quali il Freddo ed il Caldo, ma perchè non basta la Secchezza per combatterla ed è associata all'acqua ed alle sue vie o percorsi. Anche in questo caso i quadri patologici energetici sono numerosi, ne vedremo sinteticamente solo alcuni.

Un primo quadro energetico patologico è quanto l'Umidità ostruisce i percorsi dei liquidi e quindi il modo migliore per espellerla è quello di favorire la diuresi. In questi casi avremo la comparsa di edemi, sete, vomito dopo l'assunzione di liquidi, disuria, sensazione di pesantezza, a volte cefalea e febbre, diarrea. Possono presentarsi pulsazioni intense sotto l'ombelico.
Le energie perverse sono entrate nel livello tai yang ed in particolare hanno intaccato la Vescica provocando difficoltà urinarie. Inoltre è presente in genere anche un Vuoto di Milza, ossia la Terra non riesce a trasportare l'Acqua che pertanto si accumula inondando pelle e muscoli e causando gonfiori ed edemi, ma anche disuria e diarrea.
Azione energetica e trattamento tuina-qigong: promuovere la diuresi e drenare l'Umidità (Imperatore), rafforzare la Milza e sostenere lo yang (Ministro), favorire la trasformazione ed il flusso del Qi (Assistente). La Milza avversa l'Umidità per questo occorre rafforzare il Qi di Milza e riscaldare il Mingmen per migliorare la trasformazione ed il trasporto dei liquidi.

Potremmo avere anche un quadro di edema cutaneo generalizzato con sensazione di pesantezza, pienezza all'addome ed all'epigastrio, respiro pesante e disuria. La condizione patologica può essere differente: una invasione del Vento che impedisce al Qi di Polmone di diffondersi verso il basso, o/e un Vuoto di yang di Rene che crea accumuli di Umidità e di liquidi, o/e un Vuoto di Milza con Umidità e ristagno di Qi. Vediamo quest'ultimo caso.
Il trasporto dei liquidi è inibito quando la Milza è in Vuoto, per cui si forma Umidità che la danneggia ulteriormente con la ritenzione dell'acqua ed il suo diffondersi nei tessuti fino alla stagnazione; da qui gli edemi generalizzati, la sensazione di pesantezza ed il ristagno del Qi. L'eccesso dei liquidi invade l'acquedotto (la sorgente) degli stessi, ossia il Polmone determinando il respiro faticoso e pesante. Infine anche le vie delle acque saranno in difficoltà causando disturbi urinari.
Azione energetica e trattamento tuina-qigong: tonificare la Milza ed aprire la via delle acque per facilitarne l'eliminazione (Imperatore), portare verso il basso il Qi di Polmone (Ministro), promuovere la diuresi e rafforzare il Polmone (Ministro), migliorare la circolazione del Qi (Assistente).

Un altro quadro energetico patologico è caratterizzato da ristagni di Umidità e Freddo nella Milza e nello Stomaco: compariranno pienezza e distensione all'epigastrio ed all'addome, perdita di appetito, sensazione di arti pesanti, feci molli, bisogno di dormire, nausea e vomito, rigurgiti e lingua gonfia.
La Milza trasforma i nutrienti e li trasporta per tutto il corpo, essa ama il secco ed il flusso regolare del Qi, è disturbata dall'Umidità e dai ristagni; per esempio l'eccessivo consumo di cibi e bevande fredde ostruisce la Milza e porta a dei ristagni del Qi con relativa pienezza nell'addome. In questa situazione anche lo Stomaco non riceve i liquidi per portarli verso il basso ed in tal modo si innalza lo yin torbido causando nausea e vomito. La lingua gonfia segnala un deficit di Qi.
Azione energetica e trattamento tuina-qigong: migliorare la funzione di trasporto della Milza ed asciugare l'Umidità (Imperatore), disperdere la pienezza (Ministro), promuovere la circolazione del Qi ed armonizzare lo Stomaco (Ministro), dirigere il Qi ribelle verso il basso (Assistente), tonificare la Milza (Ambasciatore).

Le patologie energetiche da Umidità-Calore sono molto diffuse nel clima della Cina per cui sono state diagnosticate dai medici tradizionali nel corsi dei secoli. Il medico Xue Sheng bai vissuto durante la dinastia Qing disse a proposito: " la maggior parte dei quadri da umidità-calore è situata in yang ming ed in tai yin in quanto le condizioni da eccesso del qi mediano si verificano in yang ming mentre i disordini da deficit del qi mediano si verificano in tai yin".
Queste patologie si presentano quando l'Umidità-Calore penetra dall'esterno oppure quando l'Umidità interna ristagnando da lungo tempo genera Calore. Queste condizioni sono alquanto ostiche da affrontare e presentano numerose e differenziate sintomatologie.
I sintomi prevalenti sono febbre pomeridiana, sensazione di corpo pesante: l'Umidità-Calore colpisce i tre Sanjiao, ma di preferenza si accumula in quello inferiore.

Nella condizione iniziale in cui l'Umidità-Calore penetra nel corpo durante la tarda estate ed agli inizi dell'autunno, si aggiungeranno altri sintomi quali dolori diffusi, colorito giallo pallido, sensazione soffocante nel torace, inappetenza ed assenza di sete, cefalea. L'Umidità pesante comprime lo yang impedendogli di salire verso l'alto e si annida nei muscoli causando i dolori sparsi. Il Calore ristagna negli strati più profondi da qui la febbre pomeridiana.
Azione energetica e trattamento tuina-qigong: sbloccare la circolazione del Qi di Polmone, infatti se il Polmone riprende la sua funzione di trasformazione dei liquidi anche l'Umidità può trasformarsi (Imperatore), risvegliare la Milza e far circolare il Qi nel torace (Ministro), stimolare la diuresi (Assistente).

In un quadro di dolore intenso all'epigastrio e all'addome, distensione, irritabilità e febbre, sapore amaro in bocca, urine giallo scuro, stipsi o diarrea maleodorante, siamo in presenza ad un Calore interno associato ad Umidità.
La Milza è bloccata nelle sue funzioni a causa del ristagno prolungato di energie perverse, o/e da una cattiva alimentazione ed eccessi sessuali, o/e da problemi emotivi. Ciò provoca una compressione del Fegato  per cui il Sangue, il Qi ed i liquidi non circolano in modo libero e uniforme; il ristagno genera Umidità e può portare anche ad una stasi di Xue. Tutto ciò genera Calore da compressione ed accumuli di sostanze torbide.
Azione energetica e trattamento tuina-qigong: rimuovere l'ostruzione del flusso del Qi nel Riscaldatore Medio (Imperatore), muovere il Qi ed armonizzare lo Stomaco (Ministro), drenare il ristagno nell'epigastrio e purificare il Calore nel livello yang ming (Ministro), tonificare lo yin (Assistente), favorire la diuresi (Assistente), muovere la circolazione nel meridiano di Milza (Ambasciatore).

Tratteremo ora le patologie da Umidità associata al Freddo, più vicine alle condizioni di noi occidentali del nord.
Quando siamo in presenza di qualche deficit di yang o di un consumo eccessivo di Xue, vi sarà una difficoltà a trasformare l'acqua che pertanto si tramuta in energia perversa causando edema ed Umidità.
Ciò comporta in genere anche disturbi urinari ed intorpidimenti nel basso addome. Il Vuoto di yang può coinvolger il Rene e/o la Milza.

La presenza di sintomi quali dolori all'addome aggravati dal freddo, difficoltà ad urinare, pesantezza negli arti, ma anche edemi e feci molli con palpitazioni e tosse, indicano un deficit di yang di Rene o un deficit di yang di Rene e Milza accompagnato da ritenzione di acqua patogena. Il Rene, controllando il metabolismo dell'acqua e la diuresi, in caso di deficit di yang perde la sua capacità di trasformare l'acqua che, accumulandosi, provoca disturbi urinari e dolori all'addome aggravati dal Freddo.
Se si associa anche un deficit di yang di Milza (evento molto probabile in quanto il Rene in Vuoto non riesce a riscaldarla) le sue funzioni di trasporto e trasformazione dell'acqua saranno bloccate, provocando edemi diffusi e pesantezza negli arti oltre che le feci molli.
Azione energetica e trattamento tuina-qigong: riscaldare e rafforzare lo yang di Rene (Imperatore), rafforzare la Milza e favorire la diuresi (Ministro), drenare l'Umidità (Ministro), disperdere l'acqua perversa (Assistente), far circolare il Qi di Polmone (Assistente), preservare lo yin (Assistente).

Quando si presentano sintomi quali edemi diffusi con estremità fredde, pienezza addominale e toracica, sensazione di pesantezza nel corpo con inappetenza ed assenza di sete, urine scarse e feci non formate, siamo in presenza di una condizione di deficit di yang di Milza e Rene che produrrà di conseguenza un accumulo di acqua interna e di Umidità. Il Vuoto di yang impedisce alla Milza di riscaldarsi ed in tal modo si ostacola la circolazione del Qi.
Azione energetica e trattamento tuina-qigong: riscaldare lo yang e rafforzare la Milza (Imperatore), promuovere la circolazione del Qi e la diuresi (Ministri).

Nei manuali di Medicina Tradizionale Cinese si parla sovente della cosidette Sindromi Ostruttive Dolorose (bi) come di un insieme di patologie causate da Freddo-Vento-Umidità che si manifestano con dolori articolari, muscolari ed intorpidimento. Il dolore varia a seconda del patogeno prevalente (per esempio si dice che il Vento induce un dolore più mobile) o del livello di penetrazione (superficiali, meridiani, zang-fu) delle energie perverse. Nei trattementi tuina-qigong, che ora vedremo brevemente, in ogni caso andrà attivato il Sangue, quando lo Xue si muove il Vento verrà eliminato.

Pesantezza generalizzata, cefalea, mal di schiena e dolori diffusi, difficoltà di inclinarsi o ruotare, a volte brividi, sono alcuni sintomi di una aggressione esterna  (Vento-Umidità) che ha colpito gli strati superficiali ed i muscoli. Si tratta in genere di colpi di freddo o di soggetti che vivono in ambienti molto umidi. Il meridiano più coinvolto è il tai yang del piede.
Azione energetica e trattamento tuina-qigong: espellere il Vento dal tai yang (Imperatore), trattare l'Umidità (Ministro), migliorare la produzione e circolazione del Sangue.

Articolazioni dolenti e gonfie, difficoltà di movimento, cefalea e capogiri, assenza di sudorazione, possono essere i sintomi di una ostruzione causata da Vento-Freddo-Umidità che si evolve in compressione ed in sindrome dolorosa. Il Vento-Umidità tende ad accumularsi negli arti inferiori.
Azione energetica e trattamento tuina-qigong: sbloccare la circolazione del Qi (Imperatore), riscaldare i meridiani ed alleviare il dolore (Ministro), proteggere lo yin.

Dolori fissi nella regione lombare ed agli arti inferiori, sensazione di pesantezza, rigidità e debolezza delle articolazioni, timore del freddo, palpitazioni e fiato corto. Si tratta di una sindrome dolorosa associata ad un Vuoto di Rene ed una carenza delle energie del Fegato. La circolazione del Qi e del Sangue sono bloccate e si possono creare ostruzioni e stasi. Vi è un deficit di yang di Rene che si manifesta col timore del Freddo.
Azione energetica e trattamento tuina-qigong: espellere il Vento e l'Umidità (Imperatore), risolvere l'ostruzione dolorosa nei tendini e nelle articolazioni (Ministro), tonificare i Vuoti (Ministro), riscaldare i meridiani e fortificare lo yang (Assistente), rafforzare la Milza.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu