Inverno - SaluteMigliore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Inverno

LA MEDICINA NATURALE > La salute nelle stagioni
INVERNO
Inverno: è il grembo che genera la vita.
Il grano è stato seminato e sotto la coltre di neve riposa pronto a germogliare in primavera.
Vivere l’inverno al meglio permetterà anche a noi di rifiorire nello splendore in primavera.
Freddo, buio, riposo della natura. È il momento del silenzio, della profondità, della paziente attesa, potenzialità, intimità.
È associato all’elemento Acqua, la capacità di adattamento, la resilienza, il mistero della vita.
Sicuramente è una stagione che comporta molti potenziali rischi per la salute, sia in senso fisico che in senso emotivo psicologico.
La mancanza di luce naturale colpisce pesantemente le persone emotivamente fragili, questa è la stagione della depressione, soprattutto se non si è affrontato bene l’autunno.
Il problema principale è legato al fatto che la vita moderna ci ha slegati dai ritmi naturali. In inverno bisognerebbe dormire molto di più, meditare di più, riflettere standosene tranquillamente seduti sul divano. L’inverno dovrebbe essere accettazione del fatto che le giornate sono brevi e come tali andrebbero vissute. L’illuminazione artificiale ovunque ed il riscaldamento fanno sì che si possa vivere esattamente come in estate, e questo porta a spendere delle energie che in realtà nella stagione del buio e del freddo non si hanno. È quindi facile andare in riserva, quando la spia rossa si accende sovente è già troppo tardi, il sistema immunitario è già indebolito e la porta è aperta per la malattia.

I fattori di rischio legati allo stile di vita sono prevalentemente:

  • le case e gli ambienti di lavoro troppo riscaldati, non si dovrebbero mai superare i 20 gradi, e l’umidità dovrebbe essere intorno al 60% con venti gradi in casa e scendere non sotto il 40 con 22 gradi;
  • praticare sport che facciano sudare eccessivamente, soprattutto dopo le cinque del pomeriggio proprio quando il sistema corpo deve prepararsi al riposo. Lo sport in inverno dovrebbe essere di tipo aerobico che migliori la circolazione, la respirazione, abbassi il livello di stress; se supera i 20 minuti brucia i grassi in eccesso;
  • l’alimentazione troppo fredda e povera di grassi, che in questo periodo dell’anno sono in parte utili per la termoregolazione;
  • il non vestirsi adeguatamente in base alla temperatura e umidità degli ambienti interni e del clima esterno, cioè sentire troppo freddo o troppo caldo, ed anche il vestire sempre di scuro, non aiuta di certo in caso di depressione perché isola dall’esterno essendo una barriera tra la persona e il mondo;
  • non dormire e riposare a sufficienza, la mancanza di luce richiede più ore di riposo.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu