Rilassarsi - SaluteMigliore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Rilassarsi

QI GONG
TIAO SHEN

I Tre Tiao nella pratica sono collegati, inseparabili, ma noi li tratteremo separatamente. Nel Qigong si arriva ad armonizzare, ossia a mettere costantemente in sintonia il corpo, il respiro, le emozioni, la mente e le energie. Tale armonia sarà naturale, come quando camminiamo, ossia alla fine non ci sarà bisogno di concentrarsi o di fare attenzione ai Tre Tiao, ma sarà naturale armonizzarli.

Prima di tutto il corpo deve raggiungere uno stato comodo e rilassato: la cosa più importante quando si inizia il Qigong è riuscire a rilassarsi.
Rilassare il corpo e il cuore (la mente): il corpo deve essere bilanciato e centrato dal punto di vista posturale, la mente emotiva e quella razionale devono calmarsi e ritrovare la pace.

Rilassarsi è fondamentale per il Qigong, tutti i meridiani si aprono quando si è rilassati: rilassarsi riguarda il cuore (Xin) inteso come sede del pensiero e delle emozioni, e il corpo.
Rilassamento in cinese si dice Song, che significa abbandonare tutte le tensioni muscolari non necessarie, ossia quelle inutili, dovute allo stress o ad una postura errata, ma significa anche rimanere vigili verso se stessi e verso il mondo, come l'immagine di un airone che immobile sull'acqua sembra che dorma, ma se capita un pesce è altrettanto rapido e preciso nel catturarlo.

Ci sono diversi metodi di rilassamento.

Il primo metodo viene detto esterno: è un rilassamento posturale che consiste nell'adottare una posizione comoda ed evitare tensioni: si può per esempio partire da un meridiano, o da un punto o da una zona del corpo dolenti, in certi casi ricorrendo anche ad un leggero automassaggio. Si può partire anche da una linea: per esempio partendo dalla pianta dei piedi si percorre il dorso fino al vertice del cranio e poi si scende sulla linea frontale, poi si cercano le linee laterali, le linee mediane delle gambe o delle braccia. Si può anche partire per rilassarsi da una superficie dolente o tesa. Numerose sono le posture di partenza del Qigong che favoriscono il rilassamento.

Un secondo metodo di rilassamento viene detto interno: è un rilassamento dei muscoli e dei tendini: si parte da una zona dolorosa, da un punto gonfio o contratto, si concentra la propria attenzione e si cerca uno stato di calma in modo che il cuore sia in grado di percepire il flusso delle energie nei muscoli, nei tendini e nelle zone dolenti. Occorre spesso aiutarsi immaginando di essere in luoghi meravigliosi, per poter uscire dalla proprie circostanze e sgombrare la mente dal dolore, dalla preoccupazione e dal problema. La coscienza deve entrare in uno stato di quiete e le energie devono affluire al Dantian. Numerosi sono gli esercizi di Qigong che conducono a questo stadio di rilassamento.

Il terzo metodo di rilassamneto viene detto sia esterno che interno: è un rilassamento che raggiunge gli organi interni e il midollo, ma anche ogni poro della pelle, esso è un livello profondo di calma e di pace: per esempio si può partire pensando di aprire un punto, ma poi estendersi a tutto il meridiano fino a raggiungere l'organo, ma anche i muscoli, i tendini ed ogni cellula. Occorre far riposare tutti i tessuti, e così l'energia potrà affluire. I livelli più profondi della pratica di rilassamento ci portano alla percezione (la percezione è una comprensione indiretta, essa arriva al nostro cervello emotivo per mezzo dello Yi, intenzione) degli organi, vi sentirete leggeri e trasparenti come se il corpo fosse scomparso.

I metodi di rilassamento sono semplici ma importanti nella pratica del Qigong: occorre praticarli in maniera spontanea, naturale, senza forzature: ognuno deve scegliere il metodo di rilassamento più adatto alle proprie caratteristiche, tutti posso praticare il rilassamento. Non esistono posture od esercizi più adatti o meno adatti a rilassarsi, ognuno deve trovare la propria pratica di rilassamento, anche se esistono delle tecniche che possono facilitare e condurci sulla via del rilassamento. Le energie non scorrono facilmente lungo muscoli contratti, ma neppure se sono troppo deboli: rilassarsi è come l'acqua che scorre, flessuosa, morbida, ma piena di energie. Rilassarsi significa anche essere attenti a tutto ciò che capita dentro e fuori di noi, anzi se siamo rilassati siamo in grado di reagire molto meglio a ciò che avviene in noi e nel mondo. Provate!
Rilassarsi stimola l'ossigenazione del Sangue, migliora il sistema circolatorio e quindi mantiene calde le mani e i piedi.

Per esempio : mani congiunte sul Dantian (per gli uomini la sinistra sotto la destra, viceversa per le donne), gambe divaricate all'altezza delle spalle, piedi in posizione parallela. Il punto PC8 laogong è a contatto col CV4 guanyuan, rilassare tutto il corpo con tre respirazioni profonde e lente. Con la inspirazione prendo l'energia pulita, con l'espirazione espello l'energia malsana. La respirazione è addominale. Tornare ad una respirazione naturale e concentrarsi sull'energia che scorre dal perineo lungo la colonna fino al vertice del capo, poi a scendere, dal centro delle sopraciglia giù lungo la linea mediana fino al perineo, quindi ripetere la circolazione portando i vostri pensieri dal mondo esterno all'interno del vostro corpo. Le mani, anzichè congiunte davanti al Dantian, possono stare davanti al petto come nella figura, e muoversi come se impastassero.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu