Trattamento e punti - SaluteMigliore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Trattamento e punti

I MERIDIANI E LA MEDICINA CINESE > I Meridiani Luo
TRATTAMENTO E PUNTI DEI CANALI LUO MAI

I patogeni esterni che colpiscono i meridiani luo coinvolgono il volto e la testa, in particolare il Freddo ed il Vento colpiscono anche lo Stomaco e gli Intestini con dolori anche intensi. Il trattamento coinvolge il meridiano luo coinvolto ed il relativo punto luo. Nella fase iniziale dell'invasione del patogeno va attivata la wei qi attraverso un'azione disperdente gli eccessi sui canali luo coinvolti. In particolare Il luo di Polmone è in relazione col meridiano del Grosso Intestino, molte patologie del Polmone hanno origine nell'Intestino, basti ricordare le allergie che spesso nascono dai vermi o virus intestinali. Il punto LU-7 (a 1,5 cun dalla piega del polso sul lato radiale è anche punto di apertura del meridiano Renmai) è importante per la discesa del Qi di Polmone e per le patologie da Freddo quali riniti, starnuti, asma, mal di gola ed influenza, si combina bene col punto LI-4 (si trova sul dorso della mano nella convergenza tra il I ed il II metacarpo è uno dei punti più utilizzati nella clinica in diverse combinazioni). In questi casi si possono usare anche le coppette ed il guasha. Per l'umidità si possono trattare i punti fenglong ST-40 e gongsun SP-4 coi relativi meridiani luo.

Il Suwen prende in considerazione prima la parte yang poi la parte yin del corpo e spiega le relazioni tra i luo mai e i jing mai e come penetrano i perversi in questi vasi.
Le energie patogene esterne colpiscono in primo luogo la superficie cutanea, poi i luo mai che appartengono allo yang e quindi all'esterno. Se i patogeni non vengono respinti portano alla pienezza i luomai e poi penetrano verso i jingmai. Dall'analisi dei luomai, attraverso il colore, la temperatura, la condizione di pieno e vuoto, lo stato di umidità o secchezza, si è in grado di stabilire la condizione dei patogeni per ostacolare la loro penetrazione verso i jingmai a partire dai meridiani yangming, shaoyang, taiyang e poi ai meridiani shaoyin, jueyin e taiyin.

Nel Suwen sta scritto:
"Quando l'energia perversa aggredisce la cute, si crea una apertura dei pori che favorisce la penetrazione di questa energia nei Luomai. Se essa vi persiste, penetra nei Jingmai. Se non viene eliminata, penetra nei visceri, accumulandosi nell'intestino e nello stomaco.
Quando si verifica l'infiltrazione dell'energia perversa nella superficie cutanea, la malattia è caratterizzata da orripilazione e dilatazione delle ghiandole sudoripare. Quando raggiunge i Luomai, questi vengono a trovarsi in pienezza e l'epidermide cambia colore. Quando penetra nei Jingmai, questi sono in vuoto ed essa ne approfitta per riempirli.
Se il freddo perverso resta latente negli spazi osteomuscolari, causa contrattura muscolare o ostealgia. Se si tratta di calore perverso, questo sarà all'origine di una lassità articolare, di osteomalacia, atrofia muscolare o caduta dei capelli".

I punti luo si usano anche in combinazione coi punti yuan del canale accoppiato per ampliarne ed approfondirene l'efficacia terapeutica soprattutto in agopuntura, ma anche tramite il tuina sebbene in tal caso vada trattato l'intero meridiano. I punti yuan indicano i luoghi dove emerge ed è più potente l'energia di Xue con Qi detta yuan qi, ossia quella originale, della nascita, sorgente, è il patrimonio vitale di ogni uomo che lo sorregge per tutta la vita e che alimenta il suo sviluppo e crescita. La Yuan qi è una potente componente energetica per gli zang-fu ed interviene quando i patogeni sono penetrati nel corpo aggredendo i maridiani principali. Nella tabella sottostante indichiamo come i punti luo possano rafforzare l'azione del punti yuan.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu