La grande circolazione celeste - SaluteMigliore

Vai ai contenuti

Menu principale:

La grande circolazione celeste

IL NOSTRO QI GONG > ESERCIZI DELLA CIRCOLAZIONE CELESTE
DA ZHOU TIAN

Dopo che con la pratica del Qigong e della Piccola Circolazione Celeste (xiao zhou tian) saremo in grado di indirizzare il Qi con l'intenzione (Yi) si potrà iniziare con la Grande Circolazione Celeste (da zhou tian). Il da zhou tian corrisponde alla fluida circolazione del Qi in tutti i meridiani partendo sempre dal Dumai e dal Renmai, quindi è una pratica molto difficile che solo in pochi sono in grado di fare efficacemente dopo molti anni.
Il tragitto del
da zhou tian si basa sul percorso dello xian zhou tian: esso inizia quando si avvertono calore e fermento nel punto hui yin (CV-1 riunione degli yin), oppure nel perineo e nei testicoli, e ciò avviene quando si è accumulata nel Dantian abbondante energia e si è liberata la mente da ogni bisogno, preoccupazione, desiderio. Il Dumai è aperto ed il Qi arriva al punto bai hui (GV-20 cento riunioni), quindi inizia la discesa e penetra all'interno nei due punti ying xiang (LI-20 accoglienza dei profumi) arriva al palato, scende lungo la trachea ed arriva al punto tian tu (CV-22 finestra del Cielo). Il Qi penetra all'interno e riemerge all'altezza del punto ji quan (HT-1 fonte suprema) al di sotto delle ascelle, per poi scendere lungo i meridiani yin delle braccia (Polmone, Ministro del Cuore, Cuore) fino a raggiungere i palmi delle mani e la punta delle dita. Quindi il Qi si accumula nel punto shao shang (LU-11 giovane mercante) all'estremità dei pollici e si muove verso la punta degli indici ed i punti shang yang (LI-1 mercante dello yang), dal tai yin al yang ming. Da qui inizia il percorso dal dorso delle mani lungo i tre meridiani yang (Grosso Intestino, Sanjiao, Piccolo Intestino) fino a tornare nel punto tian tu al centro della fossa soprasternale. Al tempo stesso avviene anche una "piccola" circolazione del Qi che raggiunge il punto hui yin quando raggiunge le punta delle dita e quando dalle dita torna al punto tian tu al tempo stesso il Qi risale lungo il Dumai.

Riprendendo il percorso principale dal punto tian tu il Qi, passando dal punto shang zhong (CV-17 centro del petto), raggiunge il Dantian e comincia ad espandersi in tutte le direzioni del basso ventre ed anche nella zona del punto huan tiao (GB-30 salto dell'anello) sul gluteo tra il grande trocantere e l'osso sacro. Da qui scende lungo i tre meridiani yang del piede (Stomaco, Vescica Biliare, Vescica), quindi raggiunge e si accumula nel punto yong quan (KI-1 fontana zampillante) per risalure lungo i tre meridiani yin del piede (Fegato, Milza e Rene) e raggiungere il punto hui yin da dove risale lungo il Dumai e scende dal Renmai (come per la Piccola Circolazione) e quindi arriva al Dantian da dove inizia un nuovo ciclo.
La respirazione avviene seguendo i percorsi yin, espirazione, e yang, inspirazione.
La pratica della Grande Circolazione Celeste richiede una profonda esperienza ed un lavoro di molti anni, credo, per la nostra esperienza, che sia meglio concentrarsi sulla Piccola Circolazione Celeste.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu