Attivare il Sangue - SaluteMigliore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Attivare il Sangue

I TRATTAMENTI ENERGETICI > I trattamenti
ATTIVARE IL SANGUE

Attivare il Sangue significa migliorarne la circolazione ed il movimento eliminando i ristagni e le stasi. Il ristagno è un rallentamento ed un indebolimento del flusso sanguigno mentre la stasi ne costituisce un blocco ed una condizione statica o di congelamento.
Le condizioni di stasi si possono differenziare a seconda degli Organi coinvolti, dei fattori quali il Freddo o il Caldo, dalle situazioni di Vuoto o di Pieno, dal loro aspetto acuto o cronico e dalla presenza di dolori o gonfiori.
I principali fattori che ci conducono ad un ristagno o ad una stasi di Xue possono essere i seguenti:

  • uno stile di vita eccessivamente stressante e dispendioso di Sangue: alimentazione inadeguata,  si dorme poco e si lavora troppo, eccessi di collera o sessuali, ecc. (vedi la  salute migliore);

  • lo squilibrio del Qi dovuto a deficit o da stasi non fa circolare il Sangue correttamente che quindi ristagna nei meridiani;

  • il  Freddo è la fonte dei più diversi disturbi, in particolare consuma il Sangue, ne inibisce la circolazione manifestandosi anche attraverso ritardi mestruali con coaguli, amenorrea, dolori e distensione addominale. E' necessario in questi casi riscaldare l'interno, attivare il Sangue e disperdere le stasi;

  • anche il Calore ha effetti sulla mobilizzazione del Sangue soprattutto se coinvolge gli Organi quali il Cuore ed il Fegato.

Intervenire coi trattamenti sulle stasi di Sangue richiede il supporto di un medico e molta cautela in pazienti deboli, anziani o affetti da forme gravi di Vuoto. Non sono invece indicati nei casi di soggetti con eccessive perdite mestruali o patologie di tipo emorragico.

I sintomi più diffusi nel ristagno e nella stasi di Xue sono i dolori fissi e profondi in varie parti del corpo, per esempio torace, epigastrio, fianchi ed addome. Nei casi più gravi avremo la presenza di masse palpabili e fisse, ascessi ed ulcere, labbra viola, caduta di capelli, lingua scura o con macchie viola.
Se il dolore acuto si presenta al livello dell'ipogastrio, con incontinenza urinaria e febbre notturna, irritabilità o irrequietezza, sete, si tratta di un ristagno di Sangue nel Riscaldatore Inferiore accompagnato da Calore. L'ostruzione provoca i dolori ed altera le funzioni della Vescica, il Calore si manifesta con la febbre di notte.
Azione energetica e trattamento tuina-qigong: rompere e disperdere i ristagni di Xue e gli accumili (Imperatore), purificare il Calore patogeno (Ministro), liberare i vasi e favorire la circolazione di Sangue e di Qi (Ministro), ammorbidire le zone indurite (Assistente).
Dolori al torace ed agli ipocondri, cefalea difficile da trattare e cronica, dolore fisso e penetrante, singhiozzo e sensazione di soffocamento, conati di vomito, depressione, palpitazioni, insonnia o sonno agitato, irritabilità e cambiamenti di umore, lingua di colore rosso scuro. Si tratta di una stasi di Sangue nel torace che impedisce il flusso nella zona diaframmatica, accompagnata da una compressione del Qi di Fegato. L'ostruzione impedisce allo yang di salire alla testa provocando la cefalea, la stasi si manifesta coi dolori fissi, anche il Qi di Stomaco non fluisce provocando i conati di vomito. La stasi di Sangue prolungata tende a provocare Calore che a volte si trasforma in Fuoco, a soffrirne sarà necessariamente anche il Cuore malnutrito che provocherà la depressione e le palpitazioni.
Azione energetica e trattamento tuina-qigong: attivare il Sangue ed eliminare la stasi (Imperatore), favorire la circolazione del Sangue e del Qi nella parte inferiore del corpo (Ministro), rinfrescare il Calore e migliorare il flusso del Qi di Fegato (Assistente).
Il Sangue ed il Qi sono strettamente connessi, lo abbiamo più volte detto in tutto il sito, se il Qi circola allora il Sangue circolerà, favorire la produzione di Sangue lo attiverà combattendo i blocchi e le stasi. Il Qi di Polmone deve essere distribuito in tutto il corpo ed il Qi di Fegato deve diffondersi in modo armonico ed uniforme.
La stasi di Sangue può coesistere con una situazione consuntiva: i sintomi possono essere deperimento, pienezza addominale, inappetenza, amenorrea e febbre intermittente, occhi spenti.
La debolezza negli Organi e di yuan qi si manifesta a volte anche con un accumulo di Sangue. La pienezza addominale e l'inappetenza sono sintomi di un deficit di yin e di Xue che in tal caso è insufficiente a nutrire la carne. La Vescica Biliare bloccata impedisce alla bile di favorire l'assimilazione dei nutrimenti, mentre gli occhi spenti e la pelle ruvida e secca denotano degli accumuli interni di Sangue immobile.
Azione energetica e trattamento tuina-qigong: disperdere la stasi di Sangue, rompere gli accumuli ed eliminare il Calore (Imperatore), sbloccare i meridiani e migliorare la produzione di Xue (Ministro), purificare il Calore di Fegato (Assistente).
Per la Medicina Tradizionale Cinese la stasi di Sangue si manifesta in patologie molto gravi che richiedono un intervento medico quali per esempio ictus da Vento, le patologie connesse al ciclo mestruale e i traumi: noi pertanto non tratteremo questi casi in quanto il trattamento tuina-qigong è inefficace ed insufficiente se non accompagnato da una solida terapia medica.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu