La salute del Fegato in primavera - La Salute Migliore

info@salutemigliore.it
Vai ai contenuti

La salute del Fegato in primavera

LA RUBRICA DI WEN ZHONGYOU

ARRIVA LA PRIMAVERA COME PROTEGGERE IL FEGATO
2° PARTE
 

Il Fegato teme molto il ripetersi dei comportamenti che sono sbagliati per il mantenimento della sua salute.
Ogni giorno dalle 23,00 alle 3,00, nel cuore della notte, il Qi dell’Universo aiuta la Vescica Biliare a svolgere il suo lavoro ed il Fegato funziona al meglio se siamo in uno stato di sonno profondo (quando il corpo è in posizione prona e gli occhi sono chiusi molto più sangue scorre nel Fegato).
Se andiamo sempre a letto troppo tardi o se si soffre di risvegli notturni sovente e per anni, per forza di cose le funzioni del Fegato e della Vescica Biliare saranno compromesse.
Il Fegato soffrirà se si beve troppo alcool per molto tempo, se si stanca la vista ogni giorno, se si assumono tanti farmaci per anni, se per abitudine non si fa colazione (pasto più importante della giornata) poco dopo il risveglio, se si assumono sempre cibi troppo ricchi di grassi e zuccheri, se non si fa regolarmente movimento fisico, se si vive in perenne stato di depressione o di rabbia.
Se la funzionalità epatica non è nella norma i segnali sono: disturbi del sonno, difficoltà digestive, bocca asciutta e amaro in bocca, alitosi, incapacità di concentrazione, macchie epatiche sul viso tendenti al verde, umore lunatico, gengive che sanguinano, sangue dal naso, problemi alla prostata nell’uomo, mestruazioni irregolari e varie malattie ginecologiche nella donna.
In linea di principio, per quanto riguarda la dieta, in primavera bisogna ridurre l’assunzione di cibi acidi e aumentare la dolcezza (per nutrire la Milza). L’acidità va normalmente ridotta perché ha un effetto astringente che è contrario alla tendenza della primavera durante la quale lo Yang ed il Qi aumentano. In circostanze normali il Fegato è sbloccato e lavora al meglio e le sue funzioni sono forti ma equilibrate, quindi i cibi acidi vanno evitati per non limitare il suo lavoro.
Ma se accade che il torace e l’addome bruciano, se si soffre di insonnia e di irritabilità, se la pressione sanguigna è alta, se si hanno sempre gli occhi rossi, se le feci sono troppo asciutte, se si soffre di acufeni, questi segnali ci fanno capire che ci troviamo di fronte ad un eccesso di energia Yang. In questo caso è bene assumere alcuni cibi acidi per frenare la iperattività dello Yang e, grazie all’effetto astringente, nutrire il Fegato e ammorbidirlo.
GAN
DAN
NOTA
DAN è il carattere di Fegato, a sinistra c'è il carattere di corpo, carne, a destra viene rappresentato il tronco di un albero o un arma offensiva e difensiva.
GAN è la Vescica bìBiliare ed è lo stesso carattere di audacia, coraggio e prodezza.
 
Tra i cinque organi, il Fegato è l'unico in grado di rigenerarsi!  È anche il più pesante!  È come una complessa "fabbrica chimica"  di alto livello che può svolgere circa 1.500 reazioni chimiche. È quindi normale che se la funzionalità epatica è alterata porterà al nostro corpo e alla nostra mente molti problemi.
Cosa si verifica quando la funzionalità epatica è anormale? Ridotta funzionalità digestiva, perdita di appetito, nausea, vomito, avversione al cibo grasso, affaticamento, stanchezza e voglia di dormire sempre, sanguinamento dal naso, gengive sanguinanti, linee verticali sulle unghie, cambiamenti di personalità, rabbia facile, difficoltà a concentrarsi, lentezza della mente, poca voglia di parlare e comunicare, pelle ruvida …
In primavera i fiori sono in piena fioritura e l'aria è piena di minuscole particelle di polline. Le persone con allergie e malattie della pelle sono soggette a ricadute.
A chi si accorge di avere problemi legati alle funzioni del Fegato si raccomanda di rinunciare ai cibi irritanti contenenti proteine ​​animali (come agnello, maiale, e frutti di mare) e al cibo piccante per evitare di aggravarne i sintomi ed indurre malattie.
Si raccomanda a tutti di mangiare ogni giorno più cibi alcalini, in modo da eliminare lo yang di Fegato in eccesso ed espellere le tossine accumulate durante l’inverno. Per aiutare la armoniosa risalita del Qi del Fegato è necessario non mangiare cibi di natura fredda. Consigliati riso, miglio, riso glutinoso, grano, orzo, fagioli, cavolo, carciofi, dente di leone, germogli di bambù primaverili, carote, patate, zucca, sedano, spinaci zenzero, aglio, cipolla, asparagi, bacche di goji, uvetta e giuggiole,
Meridiano del Fegato
 
In caso di disfunzione epatica, ci sono tre punti di agopuntura molto importanti da massaggiare frequentemente. Uno è il punto YINBAO (LR-9 involucro dello Yin).
Questo punto di agopuntura può trattare le malattie del sistema genito-urinario, rafforzare la funzione epatica e renale e liberare le energie del Fegato e della Vescica Bilare.  
L'altro punto di agopuntura è TAICHONG (LR-3 grande assalto).
Esso ha un effetto di regolazione a due vie. Sia quando la funzionalità epatica è indebolita o quando il Fegato è eccitato e può essere bilanciato attraverso la stimolazione di questo punto.  
Il terzo punto è QIMEN (LR-14, porta periodica) che favorisce la circolazione del Qi del Fegato ed in agopuntura viene usato per la nausea, il vomito, la distensione addominale, l'enuresi, nefrite, colelitiasi, oliguria e tumore al seno.
E' particolarmente importante sottolineare che la medicina cinese presta particolare attenzione al concetto olistico, ossia per esempio se le funzioni del Fegato e della Vescica Biliare funzionano normalmente ciò dipende anche dal Rene e dal Polmone.
Torna ai contenuti