La fascia laterale - SaluteMigliore

Vai ai contenuti

Menu principale:

La fascia laterale

I MERIDIANI E LA MEDICINA CINESE > I meridiani miofasciali
Figura tratta da T. W. Myers Meridiani Miofasciali

Questo meridiano miofasciale, laterale, parte dalla base metatarsale coi due tendini peroneali e si aggancia ai muscoli peroneali corto e lungo; prosegue e attraversa il legamento anteriore della testa del perone e quindi coinvolge la fascia iliotibiale e i muscoli abduttori. La fascia continua e sopra il trocantere si allarga per includere il tensore della fascia lata, il grande ed il medio gluteo fino a giungere ed attaccarsi alla cresta iliaca: tutto questo complesso miofasciale viene usato dalle gambe sotto carico per evitare al tronco di piegarsi e per alleggerire il peso. Il percorso continua con i muscoli obliqui laterali addominali che si inseriscono nelle costole. Raggiunge il collo ed i muscoli sternocleidomastoideo e splenio, essa quindi è in relazione con le braccia e la spalla sebbene non direttamente con la scapola. Vi è anche una miofascia laterale profonda che non tratteremo, basti dire che include il quadrato dei lombi, il diaframma ed i muscoli scaleni i quali formano una sorta di camicia intorno alle vertebre cervicali per regolare lo spostamento della testa e del collo.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu