I Vasi - SaluteMigliore

Vai ai contenuti

Menu principale:

I Vasi

I MERIDIANI E LA MEDICINA CINESE > Gli Otto Meridiani Straordinari > I Visceri Straordinari
I VASI - MAI

I Vasi, in cinese Mai, sono le vie di comunicazione, i percorsi del Sangue e dei Soffi vitali. Il Sangue ed il Qi devono circolare in continuazione, il termine Mai designa da un lato i vasi sanguigni che effettivamente sono un contenitore o, come scrive il Suwen,  sono "la dimora del Sangue", ma anche i meridiani. Il Sangue ed il Qi sono inscindibili, ma per esprimere meglio i Mai del Qi dobbiamo pensare alle correnti marine che seguono dei percorsi precisi, ma non hanno un contenitore. I Mai del Qi sono quindi come correnti di acqua perenni che attraversano tutto il corpo umano e ne mettono in contatto le zone, l'alto col basso, la destra con la sinistra. Il Polmone ed il Cuore sono i motori dei Mai.
Il Lingshu scrive: " Chiamiamo Vaso (Mai) ciò che argina il qì nutritivo"..."l'essere umano prende il qì dai cereali, che dallo Stomaco vengono diffusi al Polmone, e in questo modo tutti i 5 organi e i 6 visceri ricevono il qì; la sua parte più pura è il qì nutritivo, mentre quella più torbida è il qì difensivo; il qì nutritivo sta all'interno dei Vasi e quello difensivo all'esterno ed entrambi scorrono senza sosta".
Se il Qi scorre anche il Sangue scorre. Quindi la base materiale dei Vasi è il Sangue, il Qi nutritivo, il Qi difensivo: i Mai quindi sono sia i Vasi sanguigni che i meridiani. I meridiani sono ricchi di Sangue e di Qi e sono le vie per collegare tutto il corpo umano, i primi che si formano dall'embrione sono i meridiani straordinari lungo i quali Qi e Xue vengono spinti fino al Cervello per arricchire lo Shen. Dopo, nel corso dello sviluppo umano, si svilupperanno gli altri meridiani e quindi gli Organi e i Visceri.
Sulla nascita dell'agopuntura e dei meridiani i sinologi discutono e si dividono da millenni, sebbene, come scrive Giulia Boschi (Medicina Cinese: la radice e i fiori), la scoperta dei testi di Mawangdui, dove non si parla di agopunti, ma al contrario vi sono riferimenti precisi ai meridiani, ha messo in crisi la teoria che i meridiani siano semplicemente l'unione dei punti di agopuntura. Nei rotoli di Mawangdui i meridiani non si mettono in relazione agli organi, ma agli esercizi di Daoyin, essi vengono descritti come flussi di caldo ("tepore"), correnti di calore che esprimono il passaggio del Qi, e che vengono percepiti e stimolati con il Qigong. La moxa, gli aghi e le relazioni con gli zang-fu sarebbero il risultato di interventi terapeutici per eliminare i blocchi nell'afflusso del Qi.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu