Impariamo a gestire ansia - La Salute Migliore

info@salutemigliore.it
Vai ai contenuti

Impariamo a gestire ansia

RIMEDI NATURALI
IMPARIAMO A GESTIRE L'ANSIA
In questi tempi bui della nostra storia è diventato veramente importante trovare dei modi e dei supporti che aiutino a gestire l’ansia e la paura di vivere.
Premetto ovviamente che quanto mi appresto a scrivere è riferito esclusivamente a persone in salute e il solo scopo è tentare di aiutare chi lo desidera a gestire stati emotivi alterati.
La prima cosa da fare è sicuramente cercare di mantenere una discreta forma fisica. L’attività motoria porta enormi vantaggi in chi la pratica.
Tra le attività che si possono svolgere la più indicata è sicuramente la camminata (soprattutto ad andatura sostenuta quando possibile ma praticata senza rabbia), la corsa va praticata esclusivamente da chi possiede una tecnica perfetta e può correre su un terreno ideale (non asfalto e non troppo sconnesso) ed è dotato di scarpe apposite e non usurate. Camminare protegge e rafforza articolazioni, muscoli, tendini e ossa, mentre la corsa se non praticata in condizioni ideali può portare a usura a causa dei continui contraccolpi. Inoltre la camminata ha un effetto migliore sul cuore che rende più tonico e rilassa maggiormente non sovraccaricandolo mai.
Il danno maggiore comunque lo provoca la eccessiva sedentarietà, quindi ognuno scelga in base alle proprie capacità ed al tempo che ha a disposizione (la camminata richiede decisamente più tempo).
Altre attività molto utili sono il Qi Gong ed il Taiji per la salute, anche se il Qi Gong a mio parere è più efficace in situazione di stress  perché porta la concentrazione sul respiro che deve essere regolare e profondo, la sensazione di fame d’aria è tipica di chi soffre di ansia.
Esistono esercizi specifici per trattare il Cuore, la Milza ed il Rene che sono gli organi maggiormente colpiti in caso di stress.
L’attività motoria di qualsiasi tipo porta enormi vantaggi in chi la pratica.
La circolazione sanguigna migliora, il sistema linfatico (che si attiva quasi esclusivamente grazie al movimento muscolare) svolge meglio il suo lavoro di trasporto delle scorie, il metabolismo cambia contribuendo al mantenimento del peso ideale, muscoli, tendini e ossa si rafforzano, il cuore lavora meglio e questo regolarizza la pressione sanguigna. Ma la cosa che in questa sede e più importante è il fatto che il movimento favorisce il rilascio di endorfine da parte del cervello.
Le endorfine svolgono un ruolo fondamentale nel regolare il nostro benessere psicologico e nel ridurre le problematiche psico-somatiche, ma sono anche in grado di attenuare i dolori cronici non gravi e la sensazione di affaticamento e sono in grado di dare un senso di euforia e/o di benessere profondo agendo sul sistema nervoso.
Altre pratiche che sono in grado di stimolare il rilascio di endorfine sono il massaggio, l’agopuntura, l’elettro stimolazione, la meditazione e la preghiera, l’atto sessuale nel momento dell’orgasmo, mangiare il cioccolato fondente e spesso anche i cibi dolci.
Queste pratiche (tranne consumo troppo abbondante di cibi dolci e cibi spazzatura) andrebbero utilizzate abbondantemente da quanti soffrono di ansia e problemi di panico fino alla vera e propria depressione.
Usando la digito-pressione possiamo effettuare un trattamento casalingo anche quando non si ha la possibilità di recarsi da un agopuntore.

I motivi di ansia possono essere legati a varie motivazioni che in Medicina Energetica Cinese portano al vuoto di organi diversi.
 
Il panico ed il terrore interessano tutti gli organi e mandano il sistema in blackout.
 
Bisogna considerare che l’ansia quando si manifesta comporta sempre, qualsiasi sia il motivo scatenante, una stasi di Qi e/o di Sangue ed un vuoto di Yin negli organi, questo purtroppo predispone il terreno a vere e proprie malattie organiche e di sistema.
 
I punti consigliati nel trattamento casalingo sono in particolare BL-15 (xinshu- Shu di Cuore, 1,5 cun a lato del processo spinoso della 5° vertebre toracica T5) per tonificare lo Shen (lo spirito, la gioia di vivere) e migliorare la circolazione del sangue; SP-6 (sanyinjiao - incontro dei tre yin) con lo stesso scopo sulla circolazione sanguigna, questo punto inoltre è di unione dei tre Yin della gamba, quindi tonifica la Milza, il Rene ed il Fegato ed è anche molto efficace se trattato prima di andare a letto in quanto concilia il sonno; PC-6 (neiguan - protezione interna) definito la Porta del Cuore, migliora la circolazione a livello cardiaco e tratta palpitazioni, aritmie, pesantezza nel petto zona cuore, malinconia e tristezza. Si possono aggiungere altri punti o zone del corpo ad esempio KI-6 (zhaohai - mare splendente) per tonificare il Rene, PC-3 (quze - palude della curva) per pericardio, HT-7 (shenmen - porta dello spirito) lavora sul Cuore assieme a CV-14 (jugue - punto Mu di Cuore), mentre per trattare la rabbia (soprattutto repressa) LR-3 (taichong - grande assalto) e GB-34 (yanglingquan - sorgente della collina yang).
 Tutti i punti esposti vanno trattati con delicatezza per non provocare dolore, muovendo la pelle sul punto con un polpastrello con leggera pressione.
 
Se il problema ansioso ha come punto di origine la paura della malattia e della morte (per sé e per i propri cari) il trattamento andrebbe iniziato trattando a lungo il punto KI-4 (dazhong - grande campana) (massaggio lento e lungo in senso orario) e pizzicando per disperdere il punto BL-67 (zhiyin - arrivo allo yin).
 
Se invece la preoccupazione nasce dalla paura per il futuro (problemi familiari o preoccupazione per il lavoro) si consiglia di trattare con massaggio lento e lungo LR-5 (ligou - canale delle conchiglie) e pizzicare GB-44 (zuqiaoyin - orifizio dello yin).
 
Si raccomanda di finire il trattamento massaggiando a lungo in senso orario il punto GB-39 (xuanzhong - campana sospesa, 3 cun sopra l'apice del malleolo esterno), importante soprattutto se le emozioni alterate hanno un aspetto cronico, questo al fine di tentare di prevenire malattie profonde e croniche nel futuro.
 
Anche gli oli essenziali possono venire in aiuto. In particolare sono consigliati l’arancio amaro, il mandarino, la lavanda, l’olio degli angeli ed il limone (vedi sito).
 
Con questi si possono trattare i singoli punti semplicemente applicandone una goccia e facendola penetrare con leggero massaggio. Gli oli che ho elencato normalmente non danno problemi di allergie, sono i più sicuri, ma sempre meglio verificare nella piega superiore del gomito prima di farne un uso importante e diluirne qualche goccia in un cucchiaino di olio base per maggiore sicurezza.
 
L’essenza più completa e delicata è la Litsea Citrata (Olio degli Angeli). Ben tollerata da tutti tratta gli stati emotivi in modo profondo ed è un ottimo rimedio per il fegato.
 
Tutti gli oli essenziali menzionati possono essere anche efficacemente diffusi negli ambienti di casa e di lavoro, contribuendo a creare ambienti più rilassati e sicuramente delicatamente profumati, possono essere utilizzati per massaggi rilassanti ed in alcuni casi anche ingeriti nelle dosi giuste. Vi rimando alle schede presenti nel sito per avere maggiori informazioni.
 
In nostro aiuto possono venire anche i Macerati Glicerici, prodotti a partire dalle gemme delle piante, sono rimedi erboristici molto potenti.
 
In particolare vi segnalo il Macerato di Biancospino (Crataegus Oxyacanta), ottimo rimedio per trattare la tensione del cuore, tachicardia, sensazione di cuore in gola, leggera ipertensione legata all’ansia, rilassamento del sistema nervoso.
 
Un altro rimedio consigliato è il Macerato di Tiglio (Tilia Tomentosa) anch’esso in grado di trattare ansia e stress, viene consigliato soprattutto in chi lo stress lo scarica sui muscoli che diventano tesi, contratti e formicolanti. Il tiglio è ben tollerato e può essere usato in tutte le fasce di età per promuovere un sonno sereno senza sedare la fase onirica.
 
Dopo questa carrellata voglio segnalare ancora un prodotto erboristico che ha dato ottimi riscontri in caso di depressione e ansia cronica. Si tratta della Griffonia, precursore del neurotrasmettitore serotonina (definito volgarmente l’ormone del buonumore) in grado di regolare il tono dell’umore, di agire sulla sfera del sonno, di aiutare a ritrovare la propria creatività, di scoprire la propria empatia e di alleviare lo stress.
 
Concludendo: mi rendo conto che in un periodo così complicato per tanti possa sembrare impossibile ritrovare un po’ di serenità grazie a rimedi così semplici, ma consiglio di provarci.
 
Arrivare ad usare ansiolitici o antidepressivi di sintesi comporta dei rischi: nel breve l’ottundimento del cervello e a lungo termine il rischio di assuefazione. Quindi un tentativo vale la pena di farlo.
 
Spero di essere stata utile per qualcuno.
 
Grazie

SP-6
PC-6
CV-14
LR-5
GB-39
Torna ai contenuti